SPEDIZIONE GRATUITA su tutto da soli 29 euro!
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Bulova Snorkel Oceanographer 41 mm. L’inimitabile “diavolo” degli abissi

21/09/2020

Senza voler sembrare esagerati, l’Oceanographer di Bulova è un modello unico e inimitabile, non segue la strada di nessuno in quanto si è fatto la propria. La storia inizia nel 1961, quando la Maison di New York lancia sul mercato una nuova collezione di orologi subacquei professionali accomunati da una speciale cassa in grado di resistere fino alla profondità di 203 m, equivalenti a 666 piedi nel sistema di misura statunitense. Siccome questo numero è presente nel libro Biblico della Apocalisse in relazione al Diavolo, gli orologi in questione vennero presto soprannominati “Devil Divers”. Al di là delle credenze intorno alla cifra scritta sul quadrante, la serie conobbe un grande successo commerciale grazie alle doti di robustezza e affidabilità di cassa e movimento e conobbe anche un impiego militare presso la Marina americana. I nomi dei modelli erano tutti evocativi del mondo acquatico: “Deep Sea”, “Snorkel”, “Surfboard”… Nel 1968 il modello militare “Snorkel” venne rinnovato con un design del tutto nuovo e fortemente originale caratterizzato da cassa a guscio di tartaruga da 41 mm, ghiera esterna bicolore, quadrante suddiviso in quattro settori e indici tridimensionali. Il successo tra il pubblico fu immediato, tanto che tra i fans divenne “il” diver Bulova per antonomasia. Questa nuova versione era talmente differente dal modello da cui derivava che poco tempo dopo l’uscita venne differenziata con il nuovo nome “Snorkel Oceanographer”. Nel 2018, in occasione del 50° anniversario, Bulova ha iniziato una operazione di rilancio producendo una riedizione con diametro ingrandito da 44 mm, seguita nel 2020 dalla versione da 41 mm che è l’oggetto di questa recensione.
 
La referenza oggetto di questa recensione è la 96B343, caratterizzata da quadrante nero e ghiera bicolore rossa, ma in catalogo esiste anche la versione alternativa 96B344, con quadrante e ghiera neri, entrambe braccialate e proposte in vendita a 599 Euro di listino.



Una cassa originale e robusta
L’Oceanographer colpisce immediatamente l’occhio per la particolare forma della sua cassa, dai bordi rastremati che partono larghi alla base per restringersi all’altezza della ghiera, e per gli indici tridimensionali che sembrano lampadine appoggiate sul quadrante. Il profilo laterale è curvo in modo da seguire il contorno del polso. La parte interna delle anse presenta una particolare forma scavata in modo da limitare il peso senza rinunciare a nulla in robustezza. Le forme sono molto morbide e arrotondate, di fatto non presentano spigoli e sono piacevoli al tatto. La cassa, in acciaio con finitura lucida, è di concezione robusta e presenta un diametro di 41 mm, una distanza tra le estremità delle anse di 44 mm ed uno spessore di 15 mm, dimensioni che si adattano bene su tutti i polsi (per dirla tutta la forma della cassa unita alle anse relativamente ravvicinate fanno in modo che sul polso l’orologio appaia persino più piccolo di quello che è, provare per credere).



La ghiera è unidirezionale con 120 scatti impeccabilmente allineati agli indici. L’indice dello zero è triangolare e completamente fosforescente, a tutto vantaggio della visibilità al buio. La corona, di tipo avvitato, è ben rifinita e decorata dalla scritta “Bulova”. Il fondello è a vite e presenta la classica finitura spazzolata a cerchi concentrici. La WR è di 20,3 Bar (o 203 m che dir si voglia), largamente sufficienti per una immersione professionale. Va precisato che questo segnatempo è certificato ISO 6425, norma che detta parametri molto rigidi in termini di robustezza, leggibilità e resistenza all’acqua. Il cristallo che copre il quadrante è uno zaffiro, materiale notoriamente ottimo per limpidezza e resistenza ai graffi, di forma bombata come nel modello originale e con trattamento antiriflesso.



Bracciale ottimamente rifinito
Il bracciale è di ottima fattura, con maglie e terminali in acciaio pieno, a tutto vantaggio della robustezza. La finitura è di tipo lucido nelle maglie laterali e satinato in quelle centrali. La chiusura avviene con una déployante a pulsanti laterali e fermaglio di sicurezza, marcata Bulova e dotata di tre punti di aggiustamento fine della lunghezza. Le braccia interne della déployante sono provviste di nervature rettangolari che ne aumentano la resistenza alla torsione. È presente anche l’estensione rapida a scatto per la muta da sub.
Nel caso si desideri sostituire il bracciale originale con un cinturino custom, la scelta ottimale ricade sui materiali tecnici (cordura, gomma, ecc) o su un tipo NATO, preferibilmente nero.



Un quadrante dallo stile quasi psichedelico
Il quadrante, di colore nero opaco antiriflesso, merita una descrizione su due piani: su quello tecnico risponde a tutti i requisiti delle immersioni professionali, essendo dotato di una grafica improntata alla massima leggibilità in tutte le situazioni di luce e da tutte le angolazioni, con indici e lancette ad alta visibilità e simboli a contrasto. Sul piano stilistico è una piccola meraviglia letteralmente uscita dagli anni ’60: gli indici fosforescenti sono sovrastati da piccoli cilindri di cristallo incastonato, che al buio riflettono ed amplificano la luce dando l’impressione che siano piccole lampadine accese e aumentando la sensazione di tridimensionalità; il quadrante è suddiviso in quattro parti da due linee perpendicolari dello stesso colore rosso presente sulla ghiera. Le lancette sono a bastone e tutte e tre fosforescenti; solitamente in un orologio non è fondamentale che anche la sfera dei secondi sia fosforescente, ma lo diventa nel buio delle profondità marine in quanto vederla muovere costituisce la verifica immediata del fatto che il movimento è carico e funzionante.



In alto troviamo la scritta “Bulova Oceanographer” in stile vintage, mentre in basso campeggiano fiere la scritta “Automatic” e l’indicazione della profondità massima in piedi. A destra troviamo la casellina della data, impreziosita dal bordino cromato e sovrastata da una geniale lente a ciclope di forma quadrata e posta sul lato interno del cristallo, che di fatto svolge bene il suo compito senza però essere esteticamente invadente.



Un movimento ben collaudato
L’orologio è animato dal movimento 821D di fornitura Miyota, interamente prodotto e assemblato in Giappone e caratterizzato da robustezza, affidabilità e semplicità d’uso. È un meccanico a ricarica automatica basato sul tradizionale 8215, dal quale si differenzia per le finiture migliorate. La carica può avvenire anche attraverso la corona. La data è posizionata a ore 3 ed è a scatto rapido. La lancetta dei secondi si muove a 6 scatti al secondo, con una gradevole fluidità. La regolarità di marcia è di tutto rispetto.
 
In conclusione, l’Oceanographer è un orologio subacqueo dallo stile originale che non si ispira a nessuno, ha alle spalle una tradizione unica ed è offerto ad un buon rapporto prezzo/qualità come da tradizione Bulova. Pur essendo un “tool watch” robusto ed altamente funzionale non rinuncia all’eleganza ed al fascino vintage, risultando facilmente abbinabile non solo alle mute da sub ma anche agli abiti di tutti i giorni. La solidità della costruzione, la qualità dei materiali e l’affidabilità del movimento ne fanno un segnatempo concepito per durare, ed il design dalle linee morbide lo rendono comodo sul polso: in ultima analisi è perfetto non solo per i sommozzatori professionisti ma anche per i semplici amanti del mare che desiderano godersi un diver anche nella vita quotidiana in città, e naturalmente anche per i nostalgici degli anni ’60 che non possono lasciarsi scappare un oggetto che sembra arrivato a noi con una macchina del tempo. Difficilmente troverete un diver con più personalità di questo: non omaggia nessun altro modello (cosa piuttosto rara in questo settore) ed è riconoscibile anche da lontano. 203 metri per l’esattezza…
 
 
Caratteristiche tecniche:
 
Diametro cassa: 41 mm (esclusa corona)
Larghezza cassa con corona: 44 mm
Spessore cassa: 15 mm
Distanza tra le estremità delle anse: 44 mm
Larghezza anse: 19 mm
Materiale cassa: acciaio 316L
Materiale cristallo: zaffiro
Ghiera: girevole unidirezionale, 120 scatti
Lancette fosforescenti? SI
Indici fosforescenti? SI
Fondello: avvitato
Bracciale: maglie e terminali pieni in acciaio 316L, con chiusura a déployante
Peso totale (cassa + bracciale): circa 150 grammi
Resistenza all’acqua: +20 Bar (+200 metri)
 
Movimento: Miyota 821D, meccanico automatico, 21 rubini, data
Ricarica: automatica + manuale
Autonomia: +40 ore
Frequenza di funzionamento: 21600 alternanze/ora ( = 6 alternanze/secondo)
Scarto massimo dichiarato: -20/+40 secondi/giorno


 
#oceanographer #sub #automatico #diverprofessional